In Lombardia aria irrespirabile. il nord Italia è il territorio più inquinato d'Europa

+ 26
+ 30


alt
Secondo l'European Environment Agency, i dati registrati la scorsa estate nella Pianura padana evidenziano le percentuali più alte di ozono, causa di patologie respiratorie e altre malattie anche mortali. 

l'European Environment Agency, ha pubblicato il report Air pollution by ozone across che ha misurato i livelli di ozono nell’estate scorsa (aprile-settembre): dati allarmanti, e il Nord Italia si conferma la zona con gli indici più alti di inquinamento.

La presenza elevata di ozono a livello-terra è rischioso per la salute, danneggia l’agricoltura e rappresenta una seria minaccia per l’ambiente. Gli esperti dell’agenzia spiegano anche come possa essere causa di molte patologie respiratorie e altre malattie mortali. Questo perché l’ozono, trascinato al suolo dalle alte temperature o dall’intensità dei raggi solari (quindi uno degli effetti del riscaldamento climatico) possa interagire pericolosamente con altri inquinanti presenti nell’aria fino a creare delle miscele mortali. Queste sostanza sono prodotte prevalentemente dall’industria, dai trasporti ed altre attività di combustione. In Pianura padana il limite di 240 μg/m³ viene spesso largamente superato.. Secondo un recentissimo studio dell’Ocse di previsione per il 2050 sulle conseguenze dell’inquinamento su cambiamento climatico, biodiversità e qualità di aria e acque, “le emissioni inquinanti urbane sono destinate a diventare la causa ambientale numero uno di mortalità nel mondo entro il 2050″.

Segnala questo articolo su