Approvato il progetto preliminare per la realizzazione del sottopasso ferroviario di via Brescia

+ 27
+ 32


alt
La Giunta comunale, su proposta dell'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli, ha approvato il progetto preliminare riguardante i lavori realizzazione del sottopasso ferroviario di via Brescia nell'ambito dei lavori di riqualificazione e potenziamento del sistema viabilistico delle province di Cremona e Mantova previsti nel Protocollo di Intesa stipulato il 13 febbraio 2003: eliminazione dei passaggi a livello sulla linea ferroviaria Cremona - Mantova in Comune di Cremona. Il costo dell'intervento, ammonta a complessivi € 1.672.740,00. L'opera è finalizzata all'eliminazione della barriera ferroviaria rappresentata dal passaggio a livello della linea Cremona-Mantova e si inquadra nel programma che vede l'eliminazione di altre barriere sulla medesima linea ferroviaria, quella di via Persico (sottopasso) e quella di via S. Felice (sovrappasso) oggetto di altrettanti progetti già approvati nella loro fase preliminare. Il progetto preliminare è stato dalla Società Autostrade Centro Padane S.p.A. Il progetto stradale è condizionato dalla presenza dell'edificato esistente e soprattutto da due manufatti idraulici sotterranei che confluiscono uno nell'altro proprio in corrispondenza dell'ambito interessato (Cavo Robecco e Cavo Cerca). A seguito di rilievi eseguiti sui sedimi stradali e ferroviario si è rilevato che il manufatto rettangolare in calcestruzzo armato del Cavo Robecco è posizionato parallelamente alla via Brescia e sottopassa la ferrovia con un'opera in muratura. Analizzando le sezioni di progetto si nota lo spazio limitato che tale opera lascia a disposizione dei progettisti per inserire le rampe ed il manufatto di progetto; risulta quindi impossibile operare con la tecnologia di inserimento a spinta del monolite di sottopasso. La presenza poi del manufatto del Cavo Cerca, che interseca perpendicolarmente la via Brescia a circa 45 m dal binario in esercizio, obbliga a progettare una rampa (la cui struttura sarà oggetto di ulteriori approfondimenti in fase di redazione del progetto definitivo) sufficiente per autovetture e furgoni di dimensioni ordinarie.

Segnala questo articolo su