BioEnergy: Dalle fonti rinnovabili grandi opportunità

+ 18
+ 12


Le rinnovabili rappresentano il futuro della produzione di energia a livello mondiale e nell’edizione 2012 di BioEnergy Italy, tenutasi presso il polo fieristico di Cremona dal 15 al 17 marzo, è stato possibile constatare la consapevolezza delle potenzialità del settore che si sta sempre più radicando in aziende agricole, Comuni, Province, e industria alimentare, che sono i maggiori investitori nel comparto. I visitatori di questa edizione, nella totalità imprenditori e professionisti hanno trovato molte risposte e spunti per lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili in Italia. Possiamo dire che chi è entrato in fiera aveva obiettivi ben precisi: informarsi, scoprire le nuove tecnologie, e confrontarsi con un’offerta espositiva altamente qualificata. La fiera puntato tutto sulla specializzazione.

Gli ingredienti per attirare a Bio- Energy Italy le sempre più numerose e diversificate professionalità legate alle fonti rinnovabili di energia c’erano tutti: non solo una selezione di 152 espositori (di cui il 27% dall’estero) di alto livello, ma anche un programma di 52 appuntamenti studiato per andare a fondo di tutti i temi più caldi delle bioenergie: dalla normativa, alle bioplastiche; delle opportunità dello sfruttamento degli scarti di lavorazione dell’industria alimentare, al fotovoltaico di ultima generazione; dal rapporto tra produzione di energia e territorio, all’offerta formativa e professionale. BioEnergy Italy è stata la dimostrazione che non solo l’agricoltura, ma tutta la società ha a disposizione grandi opportunità con l’energia da fonti rinnovabili; si tratta di conoscerle e sfruttarle. Per questo BioEnergy Italy può essere considerato uno strumento che può concretizzare in nuovo business la grande cultura che sta nascendo in Italia in questo settore.

a cura di Libera Agricoltori

Segnala questo articolo su