Vanessa Ferrari è tornata a volare

+ 20
+ 20


La Ginnastica Brixia è tornata sul gradino più alto della classifica di serie A. A Bari la società bresciana ha ottenuto un perentorio 166.950 con cui ha conquistato il 12° scudetto della sua storia. A dare una cosistente mano al raggiungimento di questo scudetto è stata Vanessa Ferrari, il caporal maggiore dell’Esercito che continua a difendere i colori della sua società di appartenenza. «Dovevamo testare alcuni punti importanti ed è quello che abbiamo fatto, siamo soddisfatti - chiarisce il tecnico Enrico Casella - molto bene la Ferrari, che, oltre a provare nuove combinazioni, sulla trave sta di nuovo chiudendo con il raccolto avvitato». Inevitabile per Vany il totale più alto della prima giornata, un 57.600 con il quale ha posto un abisso tra sé e le inseguitrici. Il 14.400 al corpo libero poi è un piacere per tutti gli appassionati di ginnastica artistica, un déjà vu per i suoi fan, un auspicio per la Federazione che può nuovamente contare sul suo contributo in sede olimpica dopo lo sfortunato fallimento di Pechino. Vanessa, dopo quattro anni di vicissitudini, è probabilmente tornata ad essere una delle più forti ginnaste al mondo. L’unica a starle vagamente dietro è Lara Mori della Ginnica Giglio con 14.100 e ciò basta alla ginnasta toscana per meritarsi la citazione. A Bruxelles, intanto, si sono effettuati i sorteggi per i Campionati Europei femminili che si svolgeranno dall’8 al 13 maggio. L’obiettivo delle ragazze, soprattutto di Vanessa Ferarri, è quello di entrare tra le otto finaliste con la squadra azzurra.

di Cesare Castellani

Segnala questo articolo su