Cremo: quinto posto da difendere coi denti

+ 13
+ 13


Il ritorno al quinto posto solitario fa tornare il sereno in casa grigiorossa. Contro il Frosinone, pur senza esaltare, la squadra è piaciuta per applicazione, concretezza e soprattutto cinismo. Il bel calcio, in Lega Pro, può attendere. Le Noci ha confermato la sua vena realizzativa con l’arrivo della bella stagione, che lo mantiene tra i bomber del girone e il baby Favalli si è subito rifatto con una prestazione degna delle sue doti dopo la brutta serata di Lanciano.
Per il resto, le principali conferme sono arrivate dalla difesa, dove la coppia formata da Minelli (ancora in gol) e Cesar è tornata a convincere, giocando in sicurezza e lasciando pochi appigli agli avanti del Frosinone.

Ora serve restare concentrati in vista della trasferta di Salò, contro una Feralpi che tenterà comunque di vender cara la pelle, vista la fame di punti-salvezza: uno dei pericoli da evitare in questa parte finale di stagione. Mister Brevi è consapevole che l'aspetto mentale è ben più importante rispetto a qualsiasi ipotesi tattica suggerita dai soloni di turno. E con un Possanzini disposto a rincorrere gli avversari fino alla propria area, è tutto più facile. Un po’ come faceva Eto’o nell’Inter di Mourinho (perdonate il paragone un po’ blasfemo e forse un po' nostalgico....). In un periodo nel quale “Manolone” Pestrin deve lottare con i cartellini gialli prima ancora che con gli avversari, la grinta del “Possa” sembra in grado di dare quella spinta in più sul campo, che serve nei momenti in cui il gioco si fa duro. Ora occorre restare attaccati ai playoff in ogni modo e in ogni luogo, anche perché fortunatamente, a differenza dei cuginastri, in via Persico non ci sono né problemi di società né problemi di fallimenti in essere. Una bella spinta per chi deve dimostrare di valere i contratti che rappresenta, conquistando l’affetto di una piazza come Cremona che quando c’è da rispondere presente, non si tira mai indietro. Nel frattempo, nella giornata di ieri c’era aria di festa alla Cittadella dello Sport dove si è festeggiato il compleanno di Sandro Turotti.

NEWS La gara FeralpiSalò-Cre-monese in programma domenica 1° aprile sarà arbitrata da Daniele Bindoni della sezione di Venezia, con gli assistenti Stefano Liturco di Collegno e Francesco Gualtieri di Asti.

Matteo Volpi

Segnala questo articolo su